Carta di Credito

Vi siete mai chiesti perché alcune finanziarie mandano al domicilio di alcune persone delle carte di credito pronte da utilizzare, mentre se noi richiediamo l'apertuta di una linea di credito su una carta di credito, la maggior parte delle volte la richiesta viene rifiutata?
La risposta risiede nel fatto che esiste un certo numero di fattori da considerare nella gestione del debito delle nostre carte di credito.
La gestione del credito esistente nelle nostre carte di credito influenza infatti il modo in cui le finanziarie vedono i potenziali clienti.

Per esempio, in alcuni casi il fatto di possedere una singola carta di credito rappresenta un fatto negativo.
Avere una sola carta di credito può essere rischioso, soprattutto se utilizziamo tutto il credito disponibile. A parte il fatto che in una situazione di emergenza o inaspettata potremmo trovarci in difficoltá, il nodo del problema sta nel modo di utilizzo della stessa carta.

Se abbiamo una carta di credito con 1.000 euro di limite e noi abbiamo giá speso 600 euro, il nostro utilizzo è del 60%.
Ora, come regola generale, si dovrebbe cercare di mantenere l'utilizzo di una qualsiasi carta di credito al di sotto del 50%, per evitare il rischio di danneggiare il nostro punteggio di affidabilitá presso gli istituti finanziari.

E' matematicamente chiaro che se possediamo due carte di credito con un limite di 1000 euro ciascuna e una spesa effettuata di 300 euro su ciascuna, il nostro punteggio di affidabilitá salirá, rispetto alla situazione precedente, perché avremo solo un utilizzo del 33% su ogni carta e quantità di credito disponibile maggiore.


All'esatto opposto, disporre di un gran numero di carte di credito può portare a una situazione difficile da gestire, mano a mano che il debito cresce. Nessun problema se tutti i pagamenti, anche quelli minimi, vengono effettuati in tempo, ma attenzione anche ai piú piccoli ritardi che possono peggiorare il nostro score.
Quando si hanno un sacco di carte di credito e tutto sembra ingestibile, l'istinto potrebbe portarci a chiudere tutte quelle carte sottoutilizzate per evitare inconvenienti.
Il nostro consiglio è di non chiudere tutte le carte di credito non più necessarie. Il motivo è semplice: chiudere il conto di una carta di credito riduce la quantità di credito disponibile di cui si dispone, e di conseguenza l'utilizzo del credito sulle o sulla carta di credito utilizzata salirà.
Abbiamo giá accennato al fatto che questo risulta essere un fattore che spinge le finanziarie a considerarci clienti a rischio credito.
Il consiglio è invece di mantenere le carte attive e cercare di non utilizzarle al massimo della potenzialitá.
A questo punto cerchiamo comunque di non dimenticare le spese per il mantenimento delle carte di credito.
Si dovrebbe assolutamente conoscere il costo annuale delle nostre carte e, soprattutto, il TAEG di tutte le carte a nostra disposizione in modo da spostare il debito sulle carte con TAEG inferiore ed utilizzare ció che si risparmia per pagare il debito effettivo.

Raccomandiamo inoltre di non effettuare richiesta di carte di credito in maniera massiva.
Le richieste di credito vengono registrate, in quanto a ogni richiesta da parte della societá creditizia segue un'indagine sulla nostra situazione, che sará a sua volta registrata nel rapporto di credito.
Statisticamente, le persone con sei o piú indagini sui loro rapporti di credito possono avere fino a otto volte la probabilità di dichiarare fallimento rispetto alle persone senza nemmeno un'indagine registrata.

Nel caso di avere in atto una serie di prestiti in essere, il nostro consiglio è di effettuare un report creditizio per controllare la posizione creditizia e assicurarci che tutto sia in ordine.
Il consiglio vale anche se non si abbia nessun prestito in corso, in quanto errori umani e problemi sono sempre possibili e potremmo avere qualche macchia finanziaria di cui nemmeno siamo a conoscenza.
Sanare o risolvere un eventuale errore puó essere la chiave per non trovarci nei guai in caso dovessimo richiedere un nuovo prestito.

Effettuare un report sulla nostra posizione creditizia risulta davvero semplice e veloce.

Tutti i problemi iscritti nel report sono di solito abbastanza semplici da risolvere se tutte le rate sono state effettivamente pagate in tempo.
Inoltre il ritardo sporadico in uno o due pagamenti delle nostre rate non significa che siamo cattivi pagatori.
Il problema nasce invece se per qualche motivo siamo finiti nel Registro informatico dei Protestati.
In questo caso bisogna attivarsi e fare tutto il possibile per arrivare alla cancellazione, in quanto fino a che il nostro nome risulterá nella lista dei protestati nessuna banca o finanziaria accetterá la nostra domanda di prestito, o almeno non ai normali tassi di interessi.

DISCLAIMER




Chi Siamo

Carta di Credito

Contattaci


©2016 CREDITLANDIA .IT – Tutti i diritti riservati - Privacy Policy